• Sfigoscopo Giugno 2018

    Un caloroso saluto a tutti e ben tornati sul mio canale.

    Da oggi cercherò di aiutarvi nella vostra battaglia contro la sfiga grazie allo sfigoscopo.

    Cos’è lo sfigoscopo? Beh, lo sfigoscopo è l’oroscopo della sfiga segno per segno!

    In questa piccola rubrica, nata in collaborazione con la youtuber Eva Vankool, vi darò informazioni precise su come la sfiga agirà contro il tuo segno…perché si sa: la fortuna è cieca, ma la sfiga ci vede benissimo e colpisce sempre, soprattutto quando pensi che tutto vada bene, quindi è meglio prepararsi ai suoi colpi e, se possibile, attenuarli…anche se alle volte si tratta proprio di un’impresa disperata, eh, sia chiaro!

    Ma non perdiamoci in inutili dettagli e, giocando largamente d’anticipo, andiamo a scoprire cosa la sfiga ha in serbo per ogni segno zodiacale per il mese di giugno.

    Toccate ferro, toccatevi le balle, toccate quel che volete…tanto non servirà!

    Se volete vedere il video sullo sfigoscopo creato da Eva, potrete vederlo semplicemente cliccando qui…oppure potrete vederlo direttamente qui sotto, come preferite! 😉

     

    Ariete

    I nati sotto il segno dell’ariete potranno tirare un sospiro di sollievo praticamente per tutto il mese. La sfiga ha infatti deciso di lasciarvi moderatamente in pace, vi farà solo qualche piccolo scherzetto qua e là ed un mega scherzone che nemmeno vi immaginerete.

    Si consiglia quindi ai nati sotto il segno dell’ariete di non preoccuparsi troppo: la sfiga colpirà ma con poca intensità nelle vostre vite durante il mese di Giugno. Cose di poco conto, insomma: sopravviverete…circa…

    Tuttavia, tra i nati di questo segno, coloro che si chiamano Melanie, Franco e Alessandro saranno i maggiormente attaccati dalla sfiga. Niente di personale, sia chiaro: la sfiga agisce così!

    L’amuleto che vi aiuterà a tenere alla larga gli attacchi di sfiga più pesanti sarà una banconota da 5 euro firmata da Eva Longoria e tenuta sotto l’ascella per tutto il mese. Chi riuscirà ad averla, sarà al sicuro per tutto il mese solo se la terrà !

    Toro

    Ok, i nativi del toro già sanno che non sono nati sotto il segno più simpatico!

    Fenomenali poteri riproduttivi…e due enormi corna sulla testa! Insomma: già la sfiga vi ha battezzato in partenza, avete poco da stare allegri!

    Questo mese, tuttavia, la sfiga vi guarderà con occhi diversi: quelli sadici!

    Qualsiasi cosa vi darà problemi: automobile, computer, televisione, preservativi. Persino il gesto più comune delle vostre giornate sarà guastato dalla sfiga.

    Sì, insomma: prendetevi un mese di vacanza in un luogo deserto e passate il tempo a dormire, possibilmente sul suolo, perché anche il letto potrebbe rompersi grazie ad un attacco di sfiga.

    I prescelti del toro che saranno maggiormente attaccati dalla sfiga saranno coloro che si chiamano Stefano, Elena e Patrick. Le persone con questo nome dovranno fare particolare attenzione, specie in viaggio.

    Ma non temete, anche i nativi del toro avranno un amuleto che li aiuterà a salvarsi. Nel vostro caso, l’amuleto in questione sarà un seme di zucca trovato in Piazzale Cadorna a Milano. Dovrete tenerlo però nel portafogli, fate attenzione a questo importantissimo particolare.

    Gemelli

    Si sa, i gemelli se la tirano un po’ troppo in partenza e questo irrita non poco la sfiga, la quale, per questo mese, ha in mente di attaccarvi senza pietà.

    Gli attacchi della sfiga saranno uno più potente dell’altro.

    Il lavoro sarà un inferno, la vita sentimentale sarà più fastidiosa di un brufolo in mezzo alle chiappe, per sapere che fine hanno fatto i vostri soldi dovrete chiamare “Chi l’ha visto?”, la vita familiare vi farà rimpiangere di non essere orfani e chi studia potrà trastullarsi in un girone infernale di voti negativi.

    In questo periodo escrementizio, tremate: se qualcosa di buono arriverà, sarà solo il preludio di qualcosa di estremamente brutto.

    Ma tranquilli, dopo un po’ anche la sfiga deve rifiatare, quindi di quando in quando vi lascerà relativamente in pace, dove con “relativamente” si intende che i suoi attacchi saranno più che altro una serie di piccoli scherzetti.

    Tutti coloro che si chiamano Marco, Valeria e Caterina saranno particolarmente colpiti dalla sfiga durante tutto il mese di giugno.

    L’amuleto che vi salverà le terga sarà la pagina 15 del primo Tv Sorrisi e Canzoni di Giugno, ma solo se regalato da una persona che vi odia alla follia.

    Cancro

    Cari amici del cancro, questo mese dovrete fare molta attenzione alle vostre finanze…e anche a finanzieri, polizia, carabinieri, vigili del fuoco e pure tecnici del gas. La sfiga colpirà con tante piccole magagne che, una dopo l’altra, dilapideranno quel bel gruzzoletto messo da parte nel corso degli anni.

    Come? Non avete nulla da parte e nemmeno un lavoro? Azz…allora meglio optare per un sonno criogenico per tutto il mese: se la capsula non si rompe, stare per tutto il mese in sospensione vitale vi sarà di giovamento. Non ci farei molto affidamento, ma tentare non nuoce.

    I nomi più sfigati del segno del cancro sono, senza dubbio, Riccardo, Guglielmo e Vincenzo. Specialmente Riccardo…ah sì sì, questo mese la sfiga ce l’ha su con quel nome.

    E se cercate un amuleto per pararvi le chiappette belle, sappiate che la sola cosa che vi salverà sarà mangiare tutte le mattine almeno 100 grammi di gorgonzola. Questo alimento creerà all’interno del vostro corpo una barriera antisfiga difficile da superare.

    Leone

    La sera leoni, la mattina coglioni…la sfiga ha ben presente questo detto popolare, infatti i nati del leone dovranno fare molta attenzione proprio durante le ore del mattino, per la precisione tra le 8 e le 13. In questa fascia oraria, la sfiga vi colpirà in ciò che amate di più, specialmente per quel che concerne la vita familiare, in particolar modo vostra suocera. Ecco, in quel ramo della vostra vita aspettatevi di tutto, ma veramente di tutto, senza eccezione alcuna.

    Ma tranquilli, non saranno attacchi fortissimi, ve la caverete. Sotto sotto la sfiga ha una predilezione particolare per questo segno e non vuole distruggervi…non in un mese solo, per lo meno.

    Ah, vi chiamate Chiara, Monica e Filippo? Ehm…come dire…io fossi in voi mi preoccuperei, perché chi porta questi nomi sarà particolarmente attaccato dalla sfiga, molto più di tutti gli altri!

    Anche voi del leone avete un amuleto che potrà aiutarvi, nella fattispecie vi servirà il petalo di una rosa rossa che deve esservi regalata SPONTANEAMENTE da una persona il cui nome inizia per D. Tenetelo sempre con voi, vi salverà!

    Vergine

    Cari nativi della vergine (sì…vergini lo siete solo per le orecchie, ormai lo sanno tutti), parliamoci chiaro: l’intero cosmo si è rotto le balle del vostro essere introversi specie nelle questioni amorose, quindi sappiate che, per via di questo snervamento cosmico generale, la sfiga ha sentenziato con sentenza inappellabile che l’amore sarà il luogo dove vi colpirà senza risparmiarsi.

    Vi siete presi una bella cotta per qualcuno? Si metterà con un altro!

    Avete una relazione ben avviata? Finirà tra mille tormenti!

    Avevate preso la decisione di dichiararvi alla persona che amate? Brutte sorprese in arrivo.

    Volevate ricucire il rapporto con una persona cui tenete? Andrà tutto a rotoli!

    La sfiga vi vuole umili in amore, ma visto che non lo siete, vi colpirà col randello del suo amore finché non imparerete questa lezione.

    E se siete curiosi di sapere quali saranno le persone più colpite da questo attacco di sfiga amorosa, sappiate sin da subito che saranno tutti i maschietti che si chiamano Massimiliano, Giacomo e Giulio…ah…naturalmente vale anche se avete questi nomi come secondo o terzo nome! La sfiga è lungimirante!

    L’amuleto che verrà in vostro soccorso sarà una moneta da un centesimo trovata per terra in un parcheggio pubblico. Dai, diciamo che la sfiga, almeno in questo, vi è propizia! Che sarà mai trovare una moneta da un centesimo per terra?

    Bilancia

    Fino ad oggi vi siete sentiti equilibrati a livello mentale? Questo vostro equilibrio ha sempre rappresentato, per voi, un’ancora di salvezza?

    Bene…bene bene: la sfiga colpirà proprio questo vostro equilibrio mentale, agendo su ciò che più temete per voi.

    Avete paura di ingrassare? La sfiga vi farà ingrassare come delle vacche cicce!

    Avete paura di perdere soldi? Ne perderete, ah se ne perderete!

    Avete paura che la macchina vi dia problemi? Preparatevi ad una sfilza di problemi inenarrabili!

    E via dicendo, giorno dopo giorno dopo giorno dopo giorno…

    Saranno attacchi forti? No beh, mediamente saranno cose di poco conto, ma per alcuni di voi l’eccezione è sempre dietro l’angolo.

    Siete curiosi di sapere i nomi più sfigati del mese per questo segno? Ebbene, eccoli. I nomi sono: Roberto, Lucia e Guido.

    E l’amuleto che potrebbe salvarvi, volete sapere qual è? Ebbene, questo amuleto deve essere un ciondolo a forma di cuore trovato in una fontana della vostra città. E che sarà mai trovarne uno?

    Scorpione

    Cari amici dello scorpione, voi siete mediamente il secondo segno meno sfigato del mese di Giugno. Gli attacchi a voi riservati saranno davvero pochissimi, a meno che non siate ascendente Vergine o Gemelli…in questi casi subirete gli influssi dedicati a quei due segni, anche se a livello più moderato rispetto a quelli.

    Rilassatevi quindi, questo mese sarà per voi meno rognoso di altri…da luglio, ovviamente, le cose cambieranno in peggio, ma ne parleremo poi. Perché rovinarsi il mese di Giugno pensando agli attacchi di sfiga dei prossimi mesi? Che senso ha?

    Naturalmente, ci saranno degli scorpioni un po’ più sfigatucci rispetto ad altri, per la precisione tutti quelli che si chiamano Marina, Luigi e Paolo.

    E comunque, se non volete correre rischi e volete proteggervi anche da quelle piccole sfighe che potrebbero capitarvi, dovrete procurarvi l’amuleto del vostro segno, che questo mese consiste in un portachiavi a forma di cigno. Attenzione però: il cigno deve essere nero, gli altri colori non vi saranno d’aiuto.

    Sagittario

    Cari amici del sagittario, questo mese la sfiga ha per voi degli attacchi di classe, infatti ha deciso di colpirvi solo in una cosa: la tecnologia.

    State quindi attenti a tutto ciò che ha a che fare con essa, vale a dire computer, smartphone, tablet, bancomat, chiusure centralizzate, televisori, radio…beh, a pensarci bene state attenti a tutto che vi conviene!

    Gli attacchi di sfiga saranno concentrati particolarmente nei giorni tra il lunedì ed il venerdì, ma i più sfigati di voi avranno attacchi anche nel fine settimana, non è da escludere!

    Ma chi sono i più sfigati sagittari del mese di Giugno? Beh, in pratica tutti coloro che sono nati tra il 5 ed il 7 dicembre, tutti i sagittari nati nel 2001 e tutti i sagittari che si chiamano Pietro, Paolo e Monica.

    L’amuleto che vi parerà le chiappe sarà molto facile da reperire e si tratta di una piuma di piccione trovata in terra e tenuta rigorosamente nella tasca sinistra di un paio di pantaloni neri.

    Capricorno

    Cari amici del capricorno, la sfiga ha in mente per voi un gioco al massacro non da poco.

    Soldi? Amici? Amore? Lavoro? Ma che cappero state dicendo!

    La sfiga vi colpirà nei vostri attimi di svago, siano questi le ferie che avete programmato per questo mese, i weekend, la fine del turno di lavoro e via dicendo.

    Maltempo, malanni improvvisi, imprevisti di lavoro, imprevisti in famiglia, automobili in panne…la sfiga sarà molto fantasiosa nello scegliere il modo di colpirvi ed avrà l’imbarazzo della scelta. Voi non potrete fare altro che accettare i suoi attacchi celando la vostra rabbia dietro ad un sorriso di circostanza (sorrideteeee, se no la sfiga si accanisce di più se vi incazzate!).

    Tra di voi, i nati nel 1987 dovranno prestare particolare attenzione: saranno quelli più colpiti.

    Ma quali saranno i nomi più sfigati del mese? Bene, i nomi più sfigati del capricorno per questo mese saranno Alessandro, Anna e Lorenzo.

    Ops, mi stavo dimenticando il vostro amuleto! Certo che c’è anche per voi un amuleto e sarà anche molto gustoso! Per pararvi le chiappe dalla sfiga, dovrete mangiare tutti i giorni, tra le 15:00 e le 15:10 tre gianduiotti acquistati in un discount. Tutti gli altri non funzioneranno, sappiatelo.

    Acquario

    Cari nativi dell’acquario, eccoci giunti anche a voi.

    Cosa dirvi? Beh…la sfiga vi ha nel cuore e questo già dovrebbe farvi capire quanto dobbiate farvi la popò in mano!

    Questo mese la sfiga ha in serbo per voi degli attacchi mirati sul vostro stato mentale: tutto quello che farà, sarà volto a farvi uscire di testa inevitabilmente…e, credetemi, ci riuscirà.

    Provate a pensare a quelle cose che vi fanno uscire di testa, fatevi un bell’elenco mentale e poi pensate che sarà proprio in una di queste cose in cui verrete attaccati ripetutamente, giorno dopo giorno. Potrete lottare ed evitare tutto questo, ma la sfiga ne sa una più del diavolo, sappiatelo.

    I più sfigati del segno dell’acquario per quel che riguarda il mese di Giugno sono tutte quelle persone il cui nome inizia per la lettera E, in particolar modo se si chiamano Elena, Eleonora e Elio.

    Il vostro amuleto antisfiga per il mese di Giugno non sarà facile da reperire, ma chi lo troverà sarà al sicuro da ogni attacco della sfiga per questo mese. L’amuleto di questo mese, infatti, è un sasso a forma di ferro di cavallo trovato entro il 5 Giugno.

    Pesci

    Ultimi ma non ultimi nei pensieri della sfiga, i nati sotto il segno dei pesci.

    Cari amici dei pesci, la sfiga proprio ce l’ha con voi questo mese, quindi farà di tutto per farvi passare il mese peggiore della vostra vita.

    Lo smartphone vi andrà in mille pezzi, vi ammalerete proprio il giorno in cui volevate partecipare a quell’evento che tanto stavate aspettando (in particolar modo se si tratta di un concerto di Gigi D’Alessio), il vostro profilo facebook sarà vittima di shitstorm a manetta, l’amore della vostra vita vi lascerà dopo avervi cornificato col lattaio, il fioraio, il panettiere, l’avvocato, il poliziotto, l’omino delle consegne del Bartolini e chi più ne ha più ne metta.

    La sfiga non vi vuole umili in nessun aspetto della vostra vita…no…vuole proprio umiliarvi a 360 gradi senza darvi la possibilità di sorridere nemmeno per una volta, sia chiaro.

    Che gli avete fatto? Oh beh, niente se per quello, ma la sfiga ha deciso di attaccarvi perché vuole trasformarvi nel suo giocattolino preferito per tutto il mese di Giugno. Arrendetevi a questa realtà!

    Ma chi saranno i pesci più sfigati tra tutti? Ebbene, sappiate che i pesci più sfigati sono coloro che portano i nomi Enzo, Matteo e Tiziana. Questi proprio se la vedranno brutta, come disse la contessa camminando sugli specchi!

    Il solo metodo per attenuare o annullare questi attacchi risiede nel trovare il vostro amuleto del mese di Giugno, che consiste nel tenere nel portafogli una foglia di quercia lunga non più 3 centimetri. Tutto il resto non funzionerà in nessun modo.

    ***

    Eccoci giunti alla fine dello sfigoscopo di questo mese. Allora? Siete pronti ad affrontare la sfiga il mese prossimo? Io spero vivamente di sì…anche se sappiamo che tanto, alla fine, vince sempre lei: la sfiga.

    E se dopo aver sentito questo sfigoscopo siete tristi, riflettete su questo: poteva andarvi molto ma moooolto peggio! Dopo tutto ve la caverete tutti quanti…circa…più o meno…magari perderete il controllo della minzione, il sonno, i capelli o altre cose, ma ve la caverete, tutto sommato!

    Al mese prossimo con un nuovo appuntamento con lo sfigoscopo!

    E tu? Hai mai sentito la sfiga dentro di te? Se non l’hai sentita, presto la sentirai!

    G.E.


  • Dreamstime: 1800 immagini vendute

    Ho raggiunto un nuovo traguardo col mio portfolio microstock: finalmente ho venduto 1800 immagini. Quella che vedete in questo articolo è la vendita numero 1800 e niente…direi che va molto bene così, specie considerata l’elevata competitività presente proprio nel microstock.

     

    Non vedo l’ora di arrivare ad un nuovo traguardo!

     

    G.E.

     

    Set of Stylized Angel in green isolated
    © Gheburaseye | Dreamstime Stock Photos


  • Biancaneve trash story

    Ciao a tutti, miei piccoli lettori.
    Oggi vi racconterò la vera storia di Biancaneve, non quella fandonia divulgata in film e libri.

    Siete pronti? Siete seduti?

    Ehi tu! Sì tu con quella pettinatura alla “leccata di vacca”! Cazzo ci fai ancora in piedi? Siediti o ti spezzo le gambe e starai seduto in eterno!!!

    Ecco, miei piccoli scricciolini ora…ehi…EHIIIII TE! Sì, te, con le tettine che sembrano due pomodorini ciliegina!! Lo sai dove te li metto quei pop corn se non la smetti di mangiare come una vacca ciccia? Ecco, brava, riponili!

    Come dicevamo, miei cari scriccolini, oggi vi racconterò la storia di Biancaneve.
    Siete pronti a viaggiare con la vostra fantasia?

    Ebbene…tanto tempo fa, in un lontano paesino dell’est Europa, viveva una giovane fanciulla, il cui nome era Lucilla Bernarda. Esatto, bimbi miei, Lucilla Bernarda, un nome così rappresentativo che anche il bidello la prendeva per il culo alle elementari, ma non era la sola persona che, in un modo o nell’altro, la prendeva per il culo.

    Ma torniamo alla nostra Lucilla Bernarda. Purtroppo, la giovane viveva in un poverissimo villaggio, ma lei era determinata ad avere una vita migliore e, soprattutto, Lucilla Bernarda sognava ciò che tutti le ragazze sognano: un principe azzurro con un grosso caaarattere!
    Le giornate della ragazza passavano tra studio e lavoretti agli anziani del paese, che tanto amavano prenderla per il culo, in tutti i sensi – ma specialmente in uno – che lei di buon grado accettava.

    Un giorno, mentre usciva dalla casa del vecchio signor Cock, il miracolo avvenne e Lucilla si imbattè in lui.

    Alto, biondo, con gli occhi azzurri e il carattere più grosso che lei avesse mai visto. Fu un amore che subito la riempì tutta fin nel profondo e la ammaliò e di cui lei non si sentiva mai sazia.

    “Vieni via con me, Lucilla! Io ti darò tutto quello che qui non hai mai avuto!” disse il giovane uomo.
    Lucilla Bernarda non riusciva a credere alle sue parole e non potè fare altro che acconsentire alla proposta, con enorme felicità!

    La ragazza, colma di gioia, preparò i suoi bagagli e partì alla volta dell’Italia assieme al suo amato principe azzurro!
    Ma, quando arrivò in Italia, il sogno svanì!

    Oh, povera Lucilla Bernarda! Nostra piccola fanciulla! Come potevi sapere che, in realtà, il principe azzurro fosse un pappone?

    Quanta sorpresa, quanto sgomento!

    Ma la nostra Lucilla Bernarda non era certo una donna debole! Appena scoperto il tranello, Lucilla si oppose ma, dopo esserle stata paventata l’idea d’essere accarezzata con un martello da fabbro fino a rendere i suoi connotati simili a quelli di Bud Spencer, non potè fare altro che accettare quella nuova vita e abbracciare il marciapiede.

    Tutte le sere, diligentemente, Lucilla si recava assieme alle sue sette colleghe, sulla strada, ricordando sempre quello che loro le dicevano “ricordati che sul raccordo anulare sei al sicuro fino alla mezzanotte, poi passa la volante della polizia e, se ti beccano, sono altri cazzi che ti devi fare”!

    Ma Lucilla non riusciva a smettere di credere nel suo sogno, “un giorno incontrerò il mio principe azzurro!” si ripeteva.

    Una sera, una bellissima macchina si avvicinò a lei. Un finestrino si abbasso e un uomo, con voce dolcissime, le disse ciò che nessuno le aveva mai detto con disinvoltura: “sali zoccola!”.
    Lucilla sapeva che il cliente aveva sempre ragione, ma questo aveva qualcosa di diverso. Era bello, gentile, pulito e con un carattere veramente notevole, cui lei non poteva resistere. Appena lo vide, Lucilla pensò che, forse, il suo sogno poteva avverarsi. In fondo, se era accaduto a Julia Roberts in Pretty Woman, perché non poteva accadere a lei?

    Oh, povera Lucilla Bernarda! Povera ragazza innocente! Come potevi sapere che l’uomo di cui amavi il grosso carattere, in realtà fosse un agente della buon costume?

    Da questo momento, la vita della nostra giovane eroina si fece misteriosa. Le cronache riportano che la povera Lucilla Bernarda venne arrestata e passò un po’ di tempo in carcere, ma in questo periodo, ella comprese che cosa doveva fare per vivere finalmente felice e serena.

    Qualche anno dopo, appena uscita dalla galera, Lucilla incontrò un produttore cinematografico che la contattò per proporle un’opportunità speciale.
    Ella ascoltò la proposta e, vista la vita del cazzo che aveva fatto fino a quel momento, decise di cambiare il suo nome in Biancaneve e, con quel nome, girò centinaia di film porno tra cui il suo più noto, “la raddrizza banane” divenne un cult per tutti gli amanti del settore.

    G.E.