Lacca: non solo per capelli ma anche per… i disegni!

Ecco, ci sei: hai creato un bellissimo disegno a matita, coi gessetti o a carboncino ed ora ti sale la paura che si possa rovinare non appena lo metterai da qualche parte al sicuro.

Nonostante l’avvento delle tecniche di illustrazione a computer, infatti, i disegni fatti a mano rimangono una passione di tanti nonché i migliori in assoluto perché più vivi rispetto a quelli a PC. C’è però quel fastidiosissimo problema: a lungo andare matite, gessetti e carboncini rilasciano parte del colore che, inevitabilmente, si trasferisce sulle parti del foglio che non sono state interessate dalla realizzazione dell’immagine.

Se durante la realizzazione di un disegno, si può usare un fazzoletto di carta o una gomma matita per eliminare eventuali residui che si depositano sul dorso della mano o che si trasferiscono sul foglio, quando questo è finito non si può continuare a fare dei ritocchini per il semplice motivo che si finisce col rovinare il foglio irrimediabilmente. Quindi cosa si può fare?

Ecco, in questo caso entra in gioco un cosmetico che molte donne usano, vale a dire la lacca per capelli. Se ancora non conosci questo trucchetto, posso capire che tutto ciò potrebbe risultare assurdo, ma non così tanto.

La funzione della lacca, infatti, è quella di fissare una determinata acconciatura. In questo cosmetico, infatti, sono presenti dei collanti che si fissano ai capelli dando loro l’acconciatura desiderata.

Ebbene, forse non sai che quei collanti possono anche penetrare all’interno di un foglio di carta in modo da fissare il colore usato al suo interno, evitando che questo si trasferisca nel tempo da una parte all’altra di esso.

Ok, ora qualcuno dirà “eh ma ci sono dei prodotti appositi per fissare i carboncini o altri tipi di colore” e gne gne gne… sì, è vero: ma perché devo andare a spendere una montagna di soldi quando posso avere lo stesso effetto coi pochi euro di una lacca per capelli che posso acquistare anche in un discount? Per fare il figo e dire “ecco, io spendo fior fior di quattrini per un prodotto”?

Scusate, ma io bado alla sostanza delle cose. Se uno vuole fare il figo e ha l’albero dei soldi in giardino buon per lui… io sono più pratico.

Ma come si può usare la lacca per capelli su di un foglio di carta?

Nulla di più semplice: quando finisci il tuo disegno rimuovi ogni residuo di gomma o di grafite/colore su di esso usando uno strumento che non lo aggredisca. Puoi passare su di esso un fazzoletto di carta (devi essere leggero come un alito di vento) o un pennello pulito, meglio se a punta piatta.

Fatto questo, controlla che il colore non abbia creato sbavature. In caso eliminale usando uno strumento di precisione come una gomma matita. Anche in questo caso elimina i suoi eventuali residui una volta usata.

Ora, il tuo disegno è pronto per la lacca: mettilo su una superficie piana ed inizia a spruzzare la lacca su di esso una passata alla volta. In pratica passi bene la lacca una volta, la lasci asciugare e poi ripeti un altro paio di volte la procedura.

Questo è un metodo collaudato, quindi assicuro che funziona. Tuttavia, se vuoi avere la certezza di farlo nel modo giusto, allenati prima su questa procedura. Prendi un foglio di carta – anche della fotocopiatrice o della stampante –, disegnaci qualcosa e poi prova la suddetta procedura, provando a passare su di esso un fazzoletto di carta per vedere dopo quante spruzzate di lacca il colore si è finalmente fissato. Io dopo tre passate sono a posto, ma a seconda del tipo di lacca ci possono volere anche più spruzzate.

Tuttavia, non è finita qui: la lacca, come dicevo, è un fissativo che possiede dei collanti, quindi può essere usata anche per altri progetti. Un altro uso che faccio io è nei centrotavola di Natale. Quando uso i rami di pino, tendo sempre a spruzzarne un bel po’ per fare in modo che gli aghi di pino si fissino alla base del rametto e restino attaccati più a lungo, durando così per tutte le feste.

Funziona? Oh certo che funziona. Non avrete un effetto stile colla professionale, ma sarà sufficiente per permettere agli aghi di pino di rimanere attaccati. Questo trucchetto può essere usato anche con un glitter o altri decori per fissarli meglio.

G.E.

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia un commento di ringraziamento (anche anonimo) col form in fondo ad esso! Anche una sola parola o una faccina è sufficiente per farmi sapere il tuo apprezzamento!


separatore sito internet logo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *