Sfigoscopo Giugno 2020 – la lettera della Sfiga.

Diciamolo: la Sfiga non è stata certo lì a dormire in questi mesi e lo sappiamo tutti molto bene.

È stata zitta per un po’ di tempo, ma adesso ha pensato bene di tornare a far sentire la sua voce ancora più forte (di prima… sia chiaro).

Nei giorni scorsi mi ha inviato questa lettera che vi giro pari pari così non avrete da lamentarvi.

Buona lettura e… toccatevi la balle che non fa mai male!

Cari amici dello zodiaco,

Avete sentito un vuoto in questi ultimi mesi? Sentivate come se vi mancasse qualcosa? Sentivate un vuoto dentro di voi?

Ebbene, è ora che lo ammettiate: sentivate la mia mancanza. Non che sia stata silenziosa, ma ora è tempo che anche io torni in azione per rallegrarvi le giornate come solo io so fare!

Dai, lo so che gioite nel pensare che non me ne sono andata in pensione, anche perché sapete che sono infinitamente più affidabile di certi elementi che stanno più in televisione invece del luogo in cui dovrebbero stare! In fondo, quando c’è da menare rugna, chi meglio della vostra amica Sfiga che vi ama come pochi altri nell’universo?

Sappiate che ho deciso di ricominciare in modo più o meno soft. Non sarò ancora il vostro paracarro di granito nel culo (anche se so che ad alcuni piace tanto), ma qualche cosina devo pure combinarvela.

Premetto che ho deciso di chiudere mezzo occhio questo mese e anche nei prossimi: non vi amerò tutti indistintamente, ma solo in base al vostro livello di stronzaggine. Per farmi capire anche dai più rintronati che non conoscono la differenza tra una bottiglia e un vibratore, più stronzi siete stati o sarete, più vi punirò.

Alla voce “stronzi” potete inserire tutti quelli che non rispettano le distanze di sicurezza, che non portano i guanti o che pensano che le mascherine siano cappellini o oggetti per reggere il doppio mento e anche tutti quelli che non rispettano gli altri e le altrui opinioni.

Sì, lo so… non me ne parlate: mi aspetta un lavoro titanico, ma mi tocca pur campare! Se non agisco non mi pagano e io non sono l’invitata più gettonata nei salotti televisivi.

Premesso questo, vediamo un po’, segno per segno, che cosa ho in mente per voi in questo giugno 2020:

Cari amici dell’Ariete, avete mai provato l’inebriante piacere di avere dei gessetti infilati nel culo? Ecco, io non potrò certo infilarceli, ma se sarete stronzi, sappiate che la sensazione che proverete questo mese sarà identica. Quindi fate attenzione: al primo sgarrò sentirete qualcosa dentro di voi che non saprete nemmeno come ci è arrivata e da dove!

Per quel che riguarda gli amici del Toro… beh… avete trovato l’America in qualcosa attorno a voi, ma non sempre si può vincere al lotto! Che ne dite di un po’ di contrappasso? Ho detto “contrappasso”, sciocchini, non “contrabbasso”… ma se volete io una mezza idea di dove mettervelo un contrabbasso ce l’avrei! Volete provare? Allora comportatevi male e io sarò per voi ciò che il Monte Fato fu per Frodo.

E veniamo ai nostri cari… ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah… scusate ma questa era una cazzata troppo grossa pure per me… dicevo… veniamo a nostri amici dei Gemelli. Ditemi: qual è il profumo che odiate di più? Io non tollero l’Ylang Ylang è proprio insopportabile. Ebbene, sappiate che vi tormenterò proprio col profumo che odiate di più. Lo sentirete ovunque, anche se vi tapperete il naso col dirigibile Hindenburg. Fate i bravi e io farò la brava a mia volta. Ma che cazzo dico? Voi non siete bravi nemmeno dopo morti! Cazzarola: quanto mi fate lavorare voi!

Potevo scordarmi di voi, amici del cancro? Sì, vi piacerebbe ma non potevo proprio. Diciamo che qualcosa di poco chiaro lo state facendo e che avete rotto le palle a tutti con certe vostre uscite infelici, quindi o vi date una calmata o vi spedisco nella nebulosa di Andromeda a suon di calci nel culo! Qualsiasi mezzo sarà adatto allo scopo.

E giungiamo ora agli amici del Leone. Il leeeeooooooone che ruggisce e non si smarrisce. Non c’entra un cazzo, lo so, ma faceva tanto ridere scriverlo.

Non vi ha fatto ridere? Ecco, amici del leone, perché mi fate girare le palle che non ho: non capite mai le mie battute! Siete più antipatici di Captain Marvel in Avengers: Endgame! Per farvi cambiare un po’, ho deciso che vi regalerò degli anelli per il naso che, poi, mi divertirò a strapparvi con enorme amore ogni volta che sgarrerete, vale a dire almeno una volta al giorno. Forse, alla fine, sarete senza naso ma… eccheemmifrega?

A chi tocca adesso? Ah già… la Vergine… per le orecchie, forse, siete vergini. Brutti pervertiti che non siete altro (bravi, continuate così!). Sarò onesta: questo mese mi limiterò a giocare con voi in base all’indice Nikkei: più cresce, più vi perseguito. La befana vi chiederà di renderle i dolci della calza, il vostro DVD di Iron Man andrà in autocombustione, avrete tanto da fare che dovrete farvi crescere sei braccia come la Dea Kalì… questo e molto altro! Non dovrete fare altro che attendere e vedere cosa vi combino di bello!

Ed ora tocca agli amici della Bilancia. Diciamo che sarò per voi ciò che uno chef è per una zucchina, vale a dire la fine di tutto ciò che eravate. Tranquilli: risorgerete in una nuova forma, la stessa di una zucchina dopo la digestione.

Scorpione… ah sì… scorpione… storia breve: vi ricordate il ruolo di Russell Crowe in La Mummia? Ma sì dai, quella cazzata di film del 2017 che ci ha riempito di aspettative ed ha finito per farci intasare i cessi (e non dico di cosa)! Ecco, per farla breve, in tutto giugno sarete come Russell Crowe in quel film… diciamo che per questo mese il farvi sentire inutili può essere sufficiente!

E finalmente, siamo giunti anche al vostro turno, amici del Sagittario. Non so come mai, ma voi del Sagittario mi date sempre una gran voglia di fare un ritorno al passato, un po’ come la gente su Facebook che, per accalappiare nuove amicizie a scopo sessuale, imposta l’immagine del profilo di 5 anni prima quando era in forma. A che cazzo servirà, mi chiedo? Se sono diventati dei cessi a pile, non è che barando le cose cambino: cessi a pile rimangono! Ecco, per voi ho in mente una cosa simile: farò una riproposizione di quanto feci con voi a dicembre 2019 con una sola variante. Quale? Beh, se siete tra quegli individui che usano la mascherina chirurgica per sorreggersi il doppio mento, sarò più cattiva di quanto lo sono stata nella suddetta data.

Ok, per questo mese ho finito… scherzavoooo! Come posso dimenticarmi gli ultimi tre segni dello zodiaco? Non sarebbe da me!

Adesso parlo con voi, amici del Capricorno. Ora, partiamo dal concetto che a me le parole macedonia urtano i nervi e… ehi: il nome del vostro segno è una fottuta parola macedonia! Capra + corno. Leggo “capra” e sento urlare lo Sgarbi che c’è in me! Capite che, in questa situazione, non posso essere particolarmente generosa con voi ma ci posso provare. Diciamo che questo mese proverò ad essere ricca d’amore con voi e creerò un nastro rosso per… cercare di impiccarvi. Niente, non ce la posso fare: aspettatevi qualcosa di sorprendente (e non è mica detto in senso positivo).

E adesso è il vostro turno, amici dell’Acquario. Chissà, sotto sotto forse speravate che io mi dimenticasi di voi. Ehi, ciccibelli: sono la Sfiga, mica sono scema! Sapete come si dice, no? L’amore è cieco, ma la Sfiga ci vede benissmo. A questo aggiungete anche il fatto che non sono scema né soffro di memoria corta ed il gioco è fatto. Per quel che vi riguarda, questo mese vi farò sentire utili come delle foglie di mandarino, in parole povere farò in modo di farvi sentire sempre fuori luogo come un albero di Natale a ferragosto. Tranquilli, è solo per il mese di giugno, poi farò di peggio.

E per chiudere, ultimi, ma non ultimi nel mio cuore, i nati dei Pesci. Questo mese sarò il vostro Barbablu che metterà zizzania nella vostra vita. Aspettate una consegna dal Bartolini? Ve la farò arrivare, ma un pezzo qui e un pezzo là: spero vi piacciano i puzzle! Oppure scoprirete che l’ideogramma che vi siete tatuati sul braccio non significa “so’ figo so’ bello so’ fotomodello” bensì “sono un cestino di elastici” che non ha nessun senso, ma vi farà capire perché i cinesi che vi guardavano si mettevano a ridere come dei pazzi. Questi sono solo alcuni esempi che servono a farvi capire il clima che vivrete. Tranquilli, poteva andarvi peggio: avrei potuto trasformarvi in un rotolo di pellicola trasparente per alimenti.

Ed ecco, miei cari amici, come ho deciso di tornare nella vostra vita.

C’è solo una cosa che varrà per tutti voi e che vi scrivo ora: coloro i quali hanno sentito la mia mancanza sinceramente e dal profondo del cuore avranno un regalo speciale, vale a dire il 20% di sconto sulla Sfiga ricevuta nel mese di Giugno.

Ricordatevi, infatti, che io vi amo con tutto il mio cuore, ciò che voglio è rendere la vostra vita più variegata! Non si può essere sempre felici e contenti, alle volte servo pure.

Amorevolmente vostra,

La Sfiga.”

Ecco… io ho consegnato, adesso vedetevela con Lei. Il suo numero di telefono lo trovate nell’elenco telefonico di Milano. Sotto quale nome? Ehm… oh ragazzi: c’è la Privacy non posso dire certe cose: non vorrei sfidarla!

A presto,

G.E.

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia un commento di ringraziamento (anche anonimo) col form in fondo ad esso! Anche una sola parola o una faccina è sufficiente per farmi sapere il tuo apprezzamento!


separatore sito internet logo